Torna Casa Fabrique a Venezia 79

    0
    Torna Casa Fabrique a Venezia 79
    Villa Malusa è Casa Fabrique a Venezia 79 dall'1 al 4 settembre (ph: Fabrizio Cestari).

    Fabrique du Cinéma, la rivista che da dieci anni scopre i nuovi talenti del cinema italiano, torna al festival di Venezia con un programma ricco di incontri, proiezioni e presentazioni dall’1 al 4 settembre. Nell’elegante location di Villa Malusa, a pochi minuti a piedi dal Palazzo del cinema, Casa Fabrique è pronta ad accogliere gli appassionati della settima arte e gli addetti ai lavori. Una bellissima villa dall’ampio giardino in cui assistere a proiezioni, incontri e presentazioni di film e libri con registi, autori e attori, e incontrare dal vivo lo staff di Fabrique.

    Saranno quattro giorni fitti di appuntamenti all’insegna di temi centrali oggi nel cinema e non solo, come diversità e inclusione, sostenibilità ambientale, nuove modalità di produzione e distribuzione.

    Fra i tanti momenti di confronto spiccano il 2 settembre Fabrique Diversity Day, giornata all’insegna di diversità e inclusione, e il 4 settembre Cinematographers’s Brunch, meeting informale fra i direttori della fotografia presenti alla Mostra per incentivare il dialogo sull’evoluzione del mestiere, sulle tecnologie e soprattutto sulla possibilità di una transizione ecologica anche sui set cinematografici.

    Fin dalle passate edizioni Casa Fabrique è un punto di incontro per protagonisti del nuovo cinema italiano alla Mostra veneziana. Fra i tanti ospiti che sono passati nella casa di Fabrique ricordiamo: Alessandro Borghi, Greta Scarano, Silvia d’Amico, Liliana Fiorelli, Valentina Lodovini, Donatella Finocchiaro, Marianna Di Martino, Andrea Arcangeli, Rocio Moralez, Massimiliano Gallo.

    GIOVEDÌ 1 settembre

    Ore 15:30

    Inaugurazione di Casa Fabrique a Villa Malusa alla presenza delle autorità cittadine, di Confesercenti Venezia e CNA Ascoli Piceno.

    Presentazione del nuovo numero della rivista «Fabrique du Cinéma»: in copertina uno degli attori del momento, Eduardo Scarpetta.

    A seguire proiezione dei cortometraggi Fillide di Anna Concetta Consarino e Neet di Andrea Biglione e del secondo lungometraggio di Luna Gualano, Credimi.

    VENERDÌ 2 settembre

    Fabrique Diversity Day, una giornata all’insegna del tema diversità e inclusione.

    Ore 18:30

    Performance di Francesco Riva con il monologo DiSlessiA… Dove Sei Albert?, incentrato sui disturbi specifici di apprendimento (DSA), che offre stimoli per scardinare tutti gli stereotipi sulle diversità.

    Ore 19:00

    Tavola rotonda sul tema diversità e inclusione nel mondo del cinema, di cui parleranno il regista e direttore della fotografia Amir Ra, l’autrice e sceneggiatrice Chiara Sfregola (Camera Single, Signorina), il regista e autore Giovanni Algieri (Cosa manca, La prima luna storta), l’autore e attore Francesco Riva (Premio Zocca Giovani 2018), l’attrice e life coach Anna Fusco e la produttrice e sociologa Silvia Armeni.

    Modera: il giornalista Emanuele Rauco.

    E con: Andrea Venditti e Giorgia Fiori.

    A seguire proiezione dei cortometraggi Io sono Fatou di Amir Ra, Violè di Giovanni Algieri, Artemisia di Gabriel Cash.

    SABATO 3 SETTEMBRE

    Ore 16:30

    Presentazione del Festival del Cinema di Strada, Stenterello Film Festival dedicato alla commedia e di International Cilento Film Festival; premiazione del contest Younger’s In.Movie.

    A seguire proiezione di Lux Santa, documentario di Matteo Russo (trailer) e di Temno, film d’animazione ispirato alla Metamorfosi di Franz Kafka, realizzato dall’artista Gildo Atzori, con le musiche originali di Samuele Dessì e sceneggiatura e regia di Bepi Vigna, scrittore, regista e autore di fumetti (Nathan Never).

    DOMENICA 4 SETTEMBRE

    Ore 12:30 Cinematographers’ Brunch

    Con il patrocinio di AIC (Autori Italiani Cinema), Casa Fabrique ospita il Cinematographers’ Brunch, un momento d’incontro per i direttori della fotografia e gli autori presenti alla 79a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

    Un appuntamento che sarà un brunch informale per stimolare il dialogo fra gli addetti ai lavori sulla necessità di avviare una vera transizione ecologica sui set cinematografici, proponendo una riflessione su alcuni punti chiave: l’evoluzione del mestiere di direttore della fotografia, le tecnologie, le nuove attrezzature, la collaborazione tra i reparti.

    Gli attori principali di questo confronto saranno i professionisti che vivono quotidianamente l’esperienza del set e le aziende leader produttrici delle strumentazioni tecnologiche per il cinema. È solo grazie al loro confronto che si potrà avviare concretamente il cambiamento green sui set.

    Il Cinematographers’ Brunch di Casa Fabrique si svolge in collaborazione con: Prolight, azienda italiana d’eccellenza nella produzione di corpi illuminanti per cinema e TV; Flat Parioli, società di post produzione, specializzata in color correction e VFX; Alta Movie, azienda di droni di ultima generazione entrata con grande entusiasmo e professionalità nel mercato cinematografico.

    Ore 16:30 Libri da Film

    Un incontro sullo strettissimo connubio fra editoria e cinema, con la presentazione dei libri C’era una volta il cartone animato. La nascita del cinema d’animazione in Italia di Luciana Pensuti (Kappabit); La ragazza col genio in valigia di Marianna Bonavolontà (Scatole Parlanti); Non trovo più parole di Leone Rossi, prefazione di Andrea Purgatori (Bookabook).

    Ore 18:00 “Nuovo Cinema Breve”

    Panel dedicato al cortometraggio e ai suoi asset finanziari, con un focus sulla distribuzione tra festival e piattaforme oggi.

    Intervengono: Alessandro Loprieno, Founder & Ceo di WeShort, Luigi Sales, Head of Original Production di Giffoni Innovation Hub, Gianpaolo Barozzi Hr Director Cisco, l’autore e produttore Cristiano D’Alterio e il regista e attore Carlo Falconetti.

    Moderano: Luca Ottocento, direttore responsabile di Fabrique du Cinéma e l’attrice Sofia Elena Taglioni.

    A seguire proiezione dei cortometraggi H1 di Luigi Marmo, Amarsi un po’ di Mario Santocchio, Kala di Carlo Falconetti.

    PARTNERS:

    Prolights, Flat Parioli, I Wonder Full, Younger’s In.Movie, Stenterello Film Festival, AR Production,  D-Vision Movie People, Alta Movie, DAM, Armeni G.E.S., Guasco, Cineclub Venezia, Confesercenti Metropolitana Venezia Rovigo, CNA Ascoli Piceno, AIC, Déluge, WeShort, Giffoni Innovation Hub, Giuliani Occhiali, Colli della Murgia, Nic Tartaglia,  Tenute Agricole Santojanni, Cantine Fina, Milano 71

     

    Villa Malusa via A. Barbarigo, 5 – 30126 Venezia